HOME

 INDIETRO

Le case di San Secondo

Notizie sulle case la gente della borgata,durante il XX secolodesunte da: "Quaderni sansecondini"

Via Nazario Sauro  (Ex borgo del pozzo)

Maranzoni Angelo

Delgrosso Antonio

Edificio di proprietÓ di Ferrari Dante e Corradi Mario, sino agli anni '40 fu utilizzato come osteria col nome di "Tettuccio" da Leoni Attilio coi  figlio Guido e Paolo. Nel dopoguerra, per conto della cooperativa di consumo, fu gestito da Maranzoni Angelo con la figlia Anna coniugata Mangora Rodolfo (Marena); quindi sino agli anni '70 da Delgrosso Antonio (Toti)

 

Le case al n.7, 9, 11 facevano parte di un'unico edificio,

 N.7Fu l'abitazione del calzolaio Bocchia Giacomo (Ghilon) con la moglie Guglielma Merli(1892-1975) e i figli Vincenzo e Loredana(1935-2005) che vi abit˛ fino agli anni '90

Bocchia Giacomo

Guglielma Merli

Bocchia Loredana

 

 N.9

Vi abit˛ il calzolaio (4)Pezzarossa Giacomo (Pepino al calsuler, Certament, Pepino dl'urtlan perchŔ il padre Stefano era ortolano) con la moglie (6)Bocchia Frine (Romilda la strolgadura) di professione cartomante e toglieva il malocchio ed i figli Noemi, Alceste, (2)Gianni, (3)Luciana, (1)Romolo, (7)Filomena, Vincenzina.

Alceste

 

N.11

Era unita all'edificio al n.9 . Vi abito  Delgrosso Andrea    (1924-2005,Nineto) merciaio ambulante, con la sorellastra Pellegrini Duina(1913-1992,Nina) e la loro madre Pellegrini

Malvina (1888-1977)

Andrea

Duina

Malvina

 

CÓ  Mattei- Armenzoni                                                                                                                                                                          

 N.13Edificio abitato dal sellaio Gambretti (Al sler) coi figli Dante, Vincenzo e Bruno; poi da Carretta Benes che dirigeva un'orchestrina in voga negli anni '50, e da Maria Pietralunga (1909-1977;la R˛ssa)con la madre Ida Caleffi (1879-1970)

Maria Pietralunga

Caleffi Ida

 

 N.8 - Edificio abitato da Ranieri Caio (Riner, addetto allo scalo merci) con la moglie (la Cinon) ed i figli Archimede, Maria (la Capessa), Palmira, Battista. Successivamente dalla famiglia Pasini Giuseppe (1910-1973-Bardan) -Longari Teresa (1912-1995)

Longari Teresa

Pasini Giuseppe

Caio Rainieri

Battista Rainieri

Maria Rainieri

Palmira Rainieri

 

N.10Edificio appartenuto a Corradi Mario e utilizzato come magazzino, Ricostruito nel 1965 e trasformato in unitÓ abitativa. Vi abit˛ il sarto Cavalli Edoardo (    +2008)

n.12 - Abitato dal fabbro Aristide Dieci (1900-1974) e dalla moglie Galli Idea. Risten aveva l'officina in piazza della rocca nell'ex oratorio di S.Domenico. Dagli anni '80 vi abito il "tenore del castello" Carlo Bonati con la moglie Guasti Gabriella (1937-2002).

Dieci Aristide

Galli Idea

Guasti Gabriella

 

n.14

Edficio abitato dalla famiglia Chierici Giulio (1895-1969) con le figlie Anna, Luciana, Claudia. Poi da Brianti Tranquillo poi dalla famiglia di Pezzarossa Alceste(1910-1990) - Giuseppina Bocchia( 1915-2002;PicetÓ) ed il figlio Vincenzo. Divenne poi la residenza del muratore Dallaturca Primo (Trulla;1913-1997) con la moglie Vittorina Morini (Lola)

Chierici Giulio

Tranquillo Brianti

Alceste Pezzarossa

Bocchia Giuseppina

Morini Vittorina

     

 

  INDIETRO