HOME

INDIETRO

Le case di San Secondo

Notizie sulle case la gente della borgata,durante il XX secolodesunte da: "Quaderni sansecondini"

Via Felice Cavallotti

 

n.3

Edificio ex pertinenza del palazzo Gaibazzi di Piazza Martiri della Libertà, vi abitò Maestri Giuseppe (Suien) con la moglie Pietralunga Iole ed il figlio Cipriano (Iano). In un negozietto sul davanti vi iniziò l'attività L'Ottica Allegri.

 

 n.10

Fabbricato col solo piano terra di vecchia costruzione, già utilizzato come ricovero attrezzi dai proprietari del ex podere Lavezzini.

 

n.12

Edificio costruito negli anni '50, abitazione  di Giuseppe Pattini(1914-2001) e Bodini Francesca(1924-1983) coi figli,  e sede della fabbrica di plumcake "Pattini Giuseppe & F." che poi diventerà "I.D.P srl" di Via Verdi. Nell'abitazione nel cortile vi abitò il taxista Bodini Giuseppe (1925-1986) con la moglie Gonzaga Carmen(1922-1985)     ed i figli Vito e Luigi

Bodini Giuseppe

 Gonzaga Carmen

Giuseppe Pattini

Bodini Francesca

 

 

n.11.13

Edificio costruito negli anni '50 su terreni di proprieta di Gaibazzi Giovanni (Barbison), da Gaibazzi Franco (1921-2003;Fifì) e Riva Bruna.

 

Gaibazzi Franco

 n.15.17

Palazzina edificata dal commerciante d'olio Dante Gambretti e abitata dalla sua famiglia: la moglie Velia Delgrosso coi figli Maurizio e Romea. Vi abitarono negli anni '60 la famiglia Giavarini Vincenzo e Rossella Rodelli col figlio Giorgio, e la famiglia Delgrosso Ilter con i figli Tiziano e Diva

 

n.16

Edificio costruito negli anni '50 da Dioni Gino coi figli Rosa e Giovanni ed utilizzato come abitazione e per il commercio di granaglie, mangimi, sementi e prodotti per l'agricoltura fino agli anni 80.

 

n.15.17

Edificato dalle famiglie Foglia Lino (1924-2007) e Cobianchi Tommasina(1930-2003) e dalle sorelle Gabbi Luigina e Maestra Lucia con il figlio Carlo.

Lino Foglia

Tommasina Cobianchi

Maestra Lucetta

 

  n.24-30

Bifamigliare costruita negli anni '60 su terreno del ex podere Lavezzini, furono abitate da Gualazzini Laura (Armanda) con la madre Piazza Ilda e dalla famiglia Piazza Armando.

 

n.27-29

Edificio costruito negli anni '70 per l'ospedale, sul terreno del ex mulino Mantovani Leo e Gino. Il mulino negli anni '20 era azionato dalle acque del canalazzo dei Tari Morti. Successivamente incorporato nell'AUSL e utilizzato come ambulatori e servizio prenotazione fino agli anni 2007.

 

n.32-36

Edificio costruito negli anni '70 e fu utilizzato come abitazione da Dodi Giovanni e da Tagliavini Consolina (ex infermiera all'ospedale) ed altre famiglie.