HOME

 INDIETRO

Le case di San Secondo

Via Garibaldi

Notizie sulle case la gente della borgata,durante il XX secolo desunte da: "Quaderni sansecondini"

 

Via Garibaldi 75/81, Via 25 Aprile 2

Da una pubblicazione del capomastro Zardi Licinio risulta che all'inizio dell'800, l'edificio fu sede di una scuola per le Zitelle della Borgata ove s'impartivano lezioni di lavoro-religione-istruzione.

Il fabbricato, anteguerra, appartenne a Concari Giulietta, poi alle figlie maestra Zardi Dina e Anita Zardi. Anita e la madre Giulietta furono levatrici comunali. Dagli anni '20 il locale al n.79 fu occupato  dal negozio di calzature di  Bodini Giacomo(1874-1936) e Mangora Rosa(1873-1960), condotto poi dal figlio Orazio (Pau!).  Ricordiamo gli altri componenti la famiglia: Aroldo(1911-1977) (Larèn) con il sevizio di autopubblica e carro funebre, Ennio(1903-1965), Giovanni(1898-1968) (Ciarciano), Bluetta(1904-1994) in Battistini, Giuseppina (Nana) in Del Grosso, Emilia(1909-1987) in  Piazza, Elena (Lina). Negli anni 70 il negozio fu poi occupato per alcuni anni dalla "Casa della Plastica" di Calunga Ilario. All'interno del n.77 vi era l'ambulatorio medico del Dr. Alfieri, poi del Dr.Vittorio Rodelli (1914-1958) e, infine il Consultorio Pedriatico dell'ONMI con Orzi Maria Bodini e la Dr.sa Lina Campanini; proseguì poi presso l'Asilo Infantile. Il negozio al n.75 fu occupato per alcuni anni dal fruttivendolo Dallaturca Edoardo (Fis'ciòn) poi da un orologiaio e quindi da un fotografo.   

In via 25 Aprile esercitò l'attività di falegnameria Maestri Giuseppe (Al Suièn) esperto nella fabbricazione di botti e tini per il vino, trasferitosi poi in via Roma. Al primo piano vi abitò la maestra Gabbi Lucia (Lucetta) con la sorella Luigina e il figlio Dr. Carlo, la famiglia di Bergamaschi Zoro col figlio Lino e la rammendatrice Gaibazzi Olga (L'U/ghèn).  Alla morte della sig.ra Dina Zardi (anni 70), l'edificio fu venduto dagli eredi all'Impresa Pezzarossa Florindo, che lo ristrutturò . Nel 1976 i locali al piano terra furono  acquistati dalla Cassa di Risparmio di Parma che, vi trasferì la filiale diretta per 10 anni da Armando Piazza e in via 25 Aprile l'esattoria diretta da Romana Strozzi. Al primo piano di via 25 Aprile vi abitò sino alla sua prematura morte, il  Dr.Aldo Laguardia. All'inizio degli anni '80 gli uffici di via 25 Aprile furono poi ceduti alla CNA.

Giulietta Concari

Maestra Dina Zardi

Anita Zardi

Dott. Aldo Laguardia

Dott.Vitorio Rodelli

 

Via Garibaldi 74, 76, Via 4 Novembre 1

Il fabbricato, che in origine costituiva una unica unità immobiliare col successivo palazzo Casalini, all'inizio del secolo XX appartenne alla famiglia dei Notai Bandini. Fu poi ceduto ai fratelli Ermanno e Giovanni Gandini che, nell'unico negozio, vi gestirono un commercio di ferramenta e di legnami, condotto poi dalla ditta "Calderoni Giovanni e figli" (Nestore e Nando), quindi dalla "Pattini Franco e C. ", ora in Via Battisti.  Fu abitato e utilizzato anche dalla famiglia Bodini che gestiva una piccola fabbrica di calzature. Negli anni '80 il fabbricato fu venduto all'Impresa Edile F.lli Pezzarossa che attuò una completa ristrutturazione lasciando inalterati i portici e creando tre distinti negozi. Il n. 74 fu acquistato dai fratelli Longari che continuano l'attività di barbieri. Il negozio successivo fu occupato dal fotografo Gepri Paolo, il 76 dalla rivendita di carne equina.

In Via 4 Novembre, al primo piano, fu aperto uno  studio  di commercialista.

"Saluti da San Secondo" pago 64

Nestore Calderoni

Nando Calderoni

 

Via Garibaldi 78, 80, 82