Pagina Precedente

Ferdinando Bernini

Nacque a San Secondo il 18 maggio 1861 da un'agiata famiglia locale. Il nonno paterno Ferdinando era proprietario terriero , il padre Italo si laureò in ingegneria a Bologna, esercitando poi la professione a San Secondo.

Il padre fu sindaco del paese e nel 1919 fece della Rocca dei Rossi la sede del Comune. Ferdinando dopo aver frequentato il liceo classico a Parma, si laureò alla facoltà di lettere della Normale di Pisa nel 1913 dove ebbe come maestro Augusto Mancini che lo indirizzò agli studi della filologia classica che portarono alla pubblicazione di:  Studi sul mimo (1915) e Ermocrate Siracusano (1917-18). L'incontro con Gaetano Salvemini lo indirizzò ad approfondire gli studi storici ed all'interesse per la politica che lo portarono ad  aderire al partito socialista. La sua attività in seno al partito comincerà  dopo la prima guerra mondiale, gli anni del fascimo li dedica allo studio pubblicando nel 1926: La bizzarra storia di Frate Salimbene .

 Professore di latino e greco per molti anni al liceo Romagnosi di Parma, pubblicherà testi scolastici quali: Lingua latina: grammatica razionale e metodologica della lingua latina (1925), Dizionario della lingua latina (1929) e Latino vivente: avviamento allo scrivere latino per uso degli studenti e dei candidati gli esami di abilitazione e di concorso (1937). Dopo il 25 luglio 1943 rappresentò il P.S.I. nel Comitato d’azione antifascista di Parma. Venne eletto per lo stesso partito socialista prima nel Consiglio comunale di Parma e poi, il 2 giugno 1946, all’Assemblea Costituente. Per la sua esperienza nel mondo della scuola fu chiamato a far parte del terzo governo De Gasperi con la carica di sottosegretario alla Pubblica istruzione. Deluso dalla vita politica, dal 1947 ritornò ai propri studi, curando la Storia di Parma (pubblicata postuma nel 1954). Nel 1950 pubblica I comuni italiani e Federico II di Svevia.

Ferdinando Bernini morì in Bologna la sera del 12 aprile 1954.

San Secondo parmense Antologia di personaggi 1700-1900